Storia di una Truffata - World Romance Scam Blog - World Romance Scam

World Romance Scam

TRUFFE SENTIMENTALIARNAQUES SENTIMENTALESSENTIMENTAL SCAMSESTAFAS SENTIMENTALESСЕНТИМЕНТАЛЬНАЯ МОШЕННИЧЕСТВА

Vai ai contenuti

Menu principale:

Storia di una Truffata

World Romance Scam
Pubblicato da in Notizie ·
MI CHIAMO ANNY E SONO UNA “TRUFFATA"
Questa e'una storia singolare perche' a parte la solita sceneggiata con lo scopo di carpire soldi , un anonimo le risponde io non la conosco e lei e' stata truffata. I fake scompaiono sempre e non si prendono la briga di avvisare la vittima che e' stata truffata quindi c'e' qualcosa che non va.
Era una sera del 5 Febbraio 2016 quando ho ricevuto una richiesta di amicizia via skype.  Ne avevo ricevute tante altre ma puntualmente da me non accettate.
Quella fredda sera stavo studiando inglese essendomi iscritta ad un corso per migliorarne la mia conoscenza, quando mi arrivò una richiesta di amicizia da parte di un bel signore “irlandese” e mi sembrò una buona idea accettare per potere mettere in pratica, appunto, la lingua inglese.
Non avevo alcun desiderio di una nuova relazione sentimentale, essendo vedova da 4 anni e avendo avuto con il mio adorato marito una relazione affettiva vera e sincera.
Questo uomo, per circa un mese, restò in contatto sistematicamente, prima cercando di esprimersi in un pessimo italiano, fino a cominciare a scriverci in inglese, ciò a cui ero interessata.
Mi raccontò la sua storia. Vedovo anche lui da 5 anni, con un figlio di 15 anni, ingegnere off-shore in una piattaforma petrolifera a Dubai. Della sua solitudine, del suo bisogno di relazione affettiva…cominciò a parlarmi d’amore…Ne fui allo stesso tempo sbalordita e lusingata…in così poco tempo parlare d’amore…ma sì, dài Anny, mi sono detta, perché no?
Il rapporto divenne, così, quasi familiare, giorno per giorno, raccontandoci le cose che avevamo fatto durante il giorno, parlando del nostro passato e del nostro presente…dei nostri pensieri, dei nostri sogni…fino a quando lui cominciò a parlarmi di un futuro insieme, io-lui e il figlio, come una “vera famiglia”!
Questa idea mi piacque molto! Non avevo avuto figli e la possibilità di prendermi cura di un ragazzo che – secondo lui – aveva bisogno di una mamma, mi solleticò moltissimo.
Alla fine cedetti all’amore!
3 Marzo 2016
Prima richiesta di aiuto: un suo operaio per errore, aveva danneggiato una gru che serviva per  l’estrazione del petrolio…€ 6.000= All’inizio io feci resistenza, non potevo credere che lui non avesse abbastanza soldi con sé o la possibilità di utilizzare le sue carte di credito. Lui mi spiegò che in piattaforma, per motivi di sicurezza, non potevano essere utilizzati né i cellulari né le carte di credito, persino le video chat erano vietate e quelle poche che avevamo avuto le aveva fatte di nascosto…ed io la bevvi…

Da quel momento le richieste di denaro avevano sempre un motivo valido ed io – quale “moglie”,  ormai così mi chiamava – avrei dovuto aiutarlo:
Un incendio in piattaforma con feriti e un deceduto € 15.000
Un collasso del mio lui per la pressione alta e condizioni gravissime € 5.000
Il figlio malato in Ghana, spese mediche € 5.000
Il certificato di matrimonio € 5.000 per poter ricevere il suo compenso nel mio conto…
Tasse e varie….più di 50.000€…
In totale inviai circa 100.000€…parte di questi soldi erano miei, per la differenza mi indebitai con la banca e amici e parenti….tanto lui mi avrebbe restituito tutto, anzi di più ! una volta on-shore.
Ogni richiesta era supportata da una banca, da medici, da assistenti…tutti conniventi, con tanto di e.mail indirizzate a me.
La corrispondenza continuò sino a novembre 2016 come una coppia ormai consolidata e innamorata, in procinto di realizzare il proprio sogno…
Ma il sogno fu interrotto quando finalmente mi resi conto della truffa subita…
Una mail dello stesso individuo mi diceva che si era trasferito il 2 marzo in Nigeria e che non sapeva nulla di un certo invio di denaro che avevo effettuato…e che forse ero stata truffata…
Con chi, dunque, avevo corrisposto sino a novembre? Chi si era sostituito a lui? A chi avevo più volte scritto “I love you so much!”…..
Fino a scoprire cha anche il “trasferito in Nigeria” era un ulteriore scammer…
Il mondo mi crollò addosso!! Pluri-truffata!! Oh mio Dio! Non riesco a dire quali sentimenti ho provato in quei giorni…la voglia di morire…l’idea del suicidio…la vergogna per la mia cecità…alla mia età!
Per non morire di dolore, cercai aiuto. Il cuore mi batteva impazzito, la mia mente si rifiutava di accettare questa realtà…
Ne parlai con mia sorella e mio fratello. Mi consolarono e mi incoraggiarono a continuare a vivere.
Ne parlai con uno psicologo che frequento ancora e che mi sta aiutando a ritrovare la mia autostima.



Associazione di Volontariato
Cod. Fisc. 93089040500

+39 895 5894423

Info@worldromancescam.org
Torna ai contenuti | Torna al menu